Back

Le macchie della pelle sono dovute a delle modificazioni circoscritte del colore della pelle, di forma e dimensioni variabili, transitorie o permanenti. Ci sono macchie vere, dovute alla melanina, come i nei, le pseudo macchie, per il deposito di altri pigmenti esogeni, quali i tatuaggi, ecc., o per stravasi ematici, come le ecchimosi, ecc.

 

Le macchie della pelle, possono essere più chiare o più scure rispetto al colore della cute circostante, o addirittura essere completamente prive di melanina. Le macchie più scure sono dette melanodermie o ipermelanosi, e comprendono numerose entità cliniche, come quelle dovute a medicamenti, a malattie sistemiche, a processi infiammatori, come acne, eczemi, follicoliti, ecc., ad agenti fisici, come i raggi ultravioletti, ustioni, il melasma, le lentiggini, le macchie o lentigo senili.


Il melasma si manifesta generalmente sul viso, ma anche su décolleté e avambraccia, con inestetiche macchie color marrone-grigiastro. Può essere causato da farmaci, ormoni, come la pillola contraccettiva o durante la gravidanza, o per disfunzioni ormonali delle ghiandole surrenali. Predilige soprattutto le pelli più scure. Fondamentale è la protezione solare molto alta ed effettuare trattamenti consigliati dal dermatologo, sia in ambulatorio che a casa, che abbiano attività schiarente.

 

Le macchie senili compaiono dopo una certa età, in genere dopo i 40 anni sulle regioni corporee che sono state esposte di più nel corso degli anni ai raggi solari. Questi ultimi sono causa dell'invecchiamento cutaneo, detto foto invecchiamento, di cui le lentigo senili sono un segno inconfondibile. Si localizzano al volto, allo decolletè, alle avambraccia, alle mani, al dorso e alle gambe, con macchie di colore variabile dal giallognolo al marrone, di forma e dimensioni irregolari. Tendono a peggiorare nel tempo e a diventare più numerose. In genere si manifestano su pelli chiare, ma non disdegnano anche fototipi più scuri.

fonte: www.abcsalute.it